Il 4 maggio è partita ufficialmente la fase 2, con il ritorno al lavoro di migliaia di cittadini. Al fine di garantire ai pendolari un trasporto pubblico sicuro attraverso l’adozione di nuove misure organizzative che consentano la tutela della salute, l’Istituto Superiore di Sanità e l’INAIL hanno redatto un decalogo cui attenersi per viaggiare in sicurezza:

1. non usare il trasporto pubblico se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore);
2. utilizza i mezzi di trasporto pubblico collettivo nei casi necessari, ad esempio per recarti al lavoro;
3. prediligi forme alternative di spostamento ove possibile, come camminare o andare in bicicletta;
4. acquista, ove possibile, i biglietti in formato elettronico, online o tramite app;
5. durante tutta la tua esperienza di viaggio igienizza frequentemente le mani, anche utilizzando gli appositi dispenser ed evita di toccarti il viso;
6. segui la segnaletica e i percorsi indicati all’interno delle stazioni o alle fermate mantenendo sempre la distanza di almeno un metro dalle altre persone;
7. utilizza correttamente le porte dei mezzi indicate per la salita e la discesa, rispettando sempre la distanza di sicurezza;
8. siediti solo nei posti consentiti mantenendo il distanziamento dagli altri occupanti;
9. evita di avvicinarti o di chiedere informazioni al conducente;
10. è necessario indossare una mascherina, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca.
Leggi l’articolo di Cittadinanzattiva.
Se viaggi in treno, sappi che Cittadinanzattiva è in costante contatto con Trenitalia in un’ottica di collaborazione per garantire un viaggio in totale sicurezza ai pendolari. Se nel tuo viaggio in treno riscontri qualche anomalia nell’applicazione delle prescrizioni a garanzia della sicurezza di tutti, chiamaci allo 06 36718040 il lunedì dalle 14,30 alle 17,30, il mercoledì e il venerdì dalle 10 alle 13.
Leggi il comunicato stampa dell’incontro del 2 maggio tra Associazioni e Trenitalia e la newsletter di Cittadinanzattiva.

Resta aggiornato. Seguici sulla pagina Facebook Più Sai Più Sei.

Condividi