Cittadinzattiva promuove campagne di informazione e sensibilizzazione per coinvolgere i cittadini nella definizione, accessibilità, qualità e cura dei servizi. Per il Servizio Idrico Integrato, che comprende la captazione, l’adduzione e la distribuzione di acqua ad usi civili, la fognatura e la depurazione delle acque reflue, propone una piccola guida e 5 consigli per l’uso consapevole dell’acqua.

  1. L’acqua è un bene comune, fonte di vita, patrimonio e diritto di tutti. L’acqua che esce dai rubinetti delle nostre case è una risorsa controllata, sicura ed economica. L’idoneità viene stabilita sulla base di 62 parametri di qualità chimica, fisica e batteriologica che l’acqua deve rispettare per essere considerata potabile. Vuoi verificare la qualità dell’acqua che arriva al tuo rubinetto? Visita il sito dell’ente che gestisce il servizio troverai l’indicazione dei valori dei principali parametri di riferimento.

  2. Non usare più acqua del necessario e fai attenzione a ciò che compri. Perché bisogna considerare anche la quantità totale di acqua dolce utilizzata nella produzione di un prodotto. Esempio: in una fetta di formaggio, quanta acqua si è consumata per nutrire il bestiame? Ogni italiano, in media, consuma oltre 175 litri di acqua al giorno. È dovere di ciascuno impegnarsi, modificando le proprie abitudini quotidiane con delle piccole attenzioni anti-spreco.

  3. Informati sul modo in cui viene gestito il servizio idrico integrato, procurandoti la Carta dei Servizi. È il documento con cui l’azienda dichiara ai cittadini gli impegni che assume per garantire il miglioramento della qualità del servizio sulla base di quanto definito nella Convenzione di gestione. All’interno della Carta sono riportati gli indicatori di qualità dei servizi forniti, così da consentire a te cittadino di verificare la rispondenza tra il livello di servizio dichiarato e quello effettivamente erogato, e le forme di tutela a tua disposizione.

  4. Informati su come si compone la tariffa del servizio idrico e su cosa paghi. La bolletta riporta l’insieme di tutte le attività che consentono di avere acqua potabile in casa e di scaricare correttamente le acque sporche. Lo sai che esiste il bonus acqua? È una misura volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di una famiglia in condizione di disagio economico e sociale.

  5. Se non sei soddisfatto del servizio erogato nella tua zona di residenza attivati e presenta un reclamo! Per dare maggior forza alle tue segnalazioni rivolgiti alle Associazioni di consumatori. Cittadinanzattiva è un’associazione di consumatori, riconosciuta dal 2000 presso il Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, istituito presso il Ministero dello Sviluppo economico. Per saperne di più visita il sito www.cittadinanzattiva.it

Scarica cliccando qui la piccola guida sul Servizio Idrico Integrato

Vedi qui la notizia di Cittadinanzattiva

Vedi qui la newsletter di Cittadinanzattiva

Inoltre per qualsiasi informazione sull’acqua chiama il call center nazionale 06 36718040, disponibile il lunedì dalle 14:30 alle 17:30, il mercoledì e il venerdì dalle 10 alle 13.

Condividi